STILI COMUNITARI

  • 18/11/2023
  • Don Gabriele

STILI COMUNITARI

Vivere in una comunità parrocchiale comporta assumere uno stile che è quello della corresponsabilità o della condivisione delle responsabilità, riconoscendo il proprio ruolo e il ruolo degli altri, tra cui quello della responsabilità ultima, legata al ministero ordinato. Uno stile che non si addice alla vita in comunità è quello di fare di testa propria, come se la comunità e il responsabile della comunità non esistessero. Per cui: faccio catechesi, ma se non ne ho più voglia non la faccio più, senza confrontarmi prima col parroco (o preferendo ascoltare i cattivi – o le cattive – consiglieri); canto nella corale, ad un certo momento non ci sto più dentro per impegni sopraggiunti o perché non mi va più: smetto, senza confrontarmi col parroco. Mi ero assunto un impegno in parrocchia, qualcosa va storto: lo pianto lì. E il parroco chiede: come mai questo servizio che svolgeva il tale non c’è più? La risposta: “Boh”. E avanti così. Se lo facessero dei ragazzi … ma da adulti questi comportamenti non me li sarei aspettati. E’ necessario assumere uno “stile comunitario” che va oltre il “mi piace/non mi piace”, “ne ho voglia/non ne ho voglia”, “mi gratifica/non mi gratifica”.

il vostro parroco

don Gabriele

don Gabriele

Ultime News

24/02/2024

QUARTA GIORNATA “MEMORARE”. PERCHE’ NON SI DOVEVA SVOLGERE LA SFILATA DI CARNEVALE DOMENICA SCORSA. CANE PASTORE O CANE DA PASSEGGIO? (ossia che preti volete)

17/02/2024

PENTIMENTO E SERVIZIO. CENERE IN TESTA E ACQUA SUI PIEDI

10/02/2024

LA QUARESIMA HA UN CENTRO: LA PASQUA DI GESU' MIRANDO ALLA GIOIA, SI SOTTOPOSE ALLA CROCE (Eb 12,2)

03/02/2024

PERCHÉ ESISTE LA CHIESA?